“Mal Waldron, il navigatore del piano” di Ebo Del Bianco

Brano di supporto: “left alone ’86”, Mal waldron piano, Lackie Mc Lean sax alto.

Nato a New York nel 1926, è stato un painista schivo e di formidabile talento. Cresciuto tra le note di Bud Powell e Thelonious Monk, ha preso da quest’ultimo il fraseggio scarno, ridotto all’osso, e la capacità percussiva che infondeva in ogni nota. Aveva una predilezione per i chiaroscuro, ed un’ossessiva e circolare ripetitività nell’esecuzione. Ma ascoltando con attenzione, però si coglie nella sua musica un senso del blues ed una vitalità cha al primo impatto non traspare con chiarezza. La sua abilità a pianoforte gli permetteva di navigare tranquillamente nelle acque tumultuose dell’Hard Bop e nei gorghi improvvisi del free. Iniziò col sax alto e al pianoforte, ma dopo un po’ si dedicò alla tastiera. Attorno agli anni ’50 si avventura nel professionismo e suona un po’ ovunque prima di entrare nelle grazie del sassofonista Ike Quebec e con lui per la prima volta. Nel 1954, si ritrova nella Mingus Band: Vi resterà 2 anni, incidendo e suonando. Nel 1957 diviene pianista di Billie Holiday, per 2 anni fino al 1959 anno della sua morte. In questo frangente ha guidato anche ue nomi poi divenuti falosi, come Cassandra Wilson, Geri Allen, e Grg<n gruppo e inciso il suo primo disco per la Prestige. “Dopo “Lady Day” suona il piano per un'altra cantante, Abbey Lincoln(compare nel sofferto e magnifico “Straight Ahead”, in cui cura anche gli arrangiamenti): Agli inizi anni '60 diviene pianista della coppia Booker Little ed Eric Dolphy. Il piano che si ascolta nelle famose registrazioni al Five Spot Jazz Club, e quello di Mal Waldron. Quindi rimane vittima di esaurimento nervoso che lo costringe a reimparare a suonare il piano. Dopo aver scritto musiche per film, nel 1965 si trasferisce in Europa, Monaco. Quindi inizia una florida attività concertistica con jazzisti americani residenti in Europa ed un intensa produzione discografica con ECM e ENJA. In Europa inizia il sodalizio col suonatore di sax soprano Steve Lacy e durerà 30 anni, incidendo insieme diversi dischi dedicati al loro musicista preferito Thelonious Monk. Rimarrà nella storia la sua composizione “Soul Eyes”. Muore a Bruxelles nel 2002 per cancro.

Ottobre 2013 Ebo Del Bianco

0 Commenti a ““Mal Waldron, il navigatore del piano” di Ebo Del Bianco”


I commenti sono chiusi.